MOTOGIRO CON GIANNI WILDSTAR   13-04-2003

Domenica delle Palme.  Una di quelle giornate  in cui ti svegli e vorresti viaggiare tutto il giorno, non fermarti mai fino al calar del sole,  tiepida, soleggiata,  ma con quel p di brezza che ti ricorda "non ancora estate!". Parto:  nel primo pomeriggio mi vedo con Gianni e, in compagnia di Annalisa, la mia dolce zavorrina, ci dirigiamo verso sud. Gianni, con tanta voglia di viaggiare, almeno  quanto la mia,  con  la sua  possente  Wild Star fende l'aria davanti a me ed come se viaggiassi pi si- curo.  Arriviamo  a Capaccio,  non molto  lontano  dai templi di Paestum,  e cominciamo  a salire,  inerpican- doci su per la montagna... Tra i pini odorosi ci sembra davvero  di rivivere.  Sosta per ammirare  il panorama, chiacchierare un p:  sembra che ci siamo solo noi, in  un paesaggio veramente selvaggio,  e poi via! Di nuovo  in sella ai nostri beneamati  bicilindrici!  Di nuovo sulla strada.  Ed proprio la strada  che ci affascina  e ci d sempre  quella voglia di viaggiare,  specialmente quelle che salgono  su per la montagna, facendoci arrivare in vetta per poi ridiscendere, con i loro tornanti, le  loro curve...E poi, pensandoci bene, cosa sarebbe la strada senza curve?  Beh, per me sarebbe una noia mortale!!!